Raggiunto accordo su copyright



Parlamento, Consiglio e Commissione UE nella tarda serata del 13 febbraio a Strasburgo hanno trovato un accordo sulla riforma del copyright.

“Con l’accordo appena raggiunto sulla direttiva del copyright proteggiamo la creatività europea. Musicisti, attori, scrittori, giornalisti, audiovisivo, avranno diritto a una giusta remunerazione anche dai giganti del web”

Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani.

La riforma del copyright dovrà essere approvata entro aprile dai ventotto stati membri e dal Parlamento europeo in sessione plenaria.

«I creativi inclusi musicisti, attori, giornalisti sono rafforzati» dalle nuove regole, ha spiegato ieri sera in un tweet il Parlamento europeo, mentre «meme, gif, e gli snippet degli articoli sono salvi» e «le piattaforme start up protette».

A luglio il Parlamento aveva bocciato una prima riforma. Successivamente, a settembre, ha approvato la propria posizione negoziale su un nuovo testo, che è stato oggetto di accesi negoziati nel Consiglio in vista proprio del trilogo appena concluso.

Alcuni contenuti o funzionalità non sono disponibili a causa delle tue preferenza sui cookie!

Questa funzionalità/contenuto usa  cookie di “Google Youtube” che hai scelto di mantenere disabilitati. Se vuoi vedere il contenuto o questa funzionalità, abilita i cookie: Clicca qui per aprire le preferenze sui cookie.

Video di Breaking Italy
( Vai al canale )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

QUESTO SITO UTILIZZA COOKIE E SCRIPT ESTERNI PER MIGLIORARE LA TUA ESPERIENZA DI NAVIGAZIONE. scopri di più sui Cookie e la Privacy